Richiedi il tuo preventivo

  1. Do il mio consenso per la Privacy
  2. Iscrivimi alla newsletter

 

Ti trovi in: Polignano a Mare > Chiesa Matrice

Chiesa Matrice

È allocata nel cuore della vecchia Polignano, in Piazza Vittorio Emanuele, a pochi passi dal B&B santo Stefano.

Davanti ad essa vi è uno spiazzale lastricato e cinto da solida inferriata nel cui lato sinistro si leva il campanile diviso in tre sezioni: la prima è ornata di pilastri e pietre dure, la seconda è liscia e la terza ha differenti finestroni per lo sfogo delle quattro campane.

La porta principale della chiesa nel 1628 fu ornata di bassorilievi in pietra dura, di due nicchie e di una statua della Beata Vergine dell'Assunta. Nelle due nicchie laterali, le due statue in pietra raffiguranti San Pietro e San Marco furono prodotte nel 1824. Il resto della facciata è liscia.

La chiesa fu consacrata alla Vergine Santissima Assunta in Cielo nel 1295 sotto il Vescovo Guglielmo. In essa si entra mediante un'antiporta di legno sottostante al famoso organo di dodici registri fatto costruire nel 1759.

La chiesa, frammista di barocco e rinascimento, si compone di tre navate con sei pilastri in ordine dorico ed archi: quella di mezzo, a sesto acuto, è più grande; le due laterali a sesti reali sono più piccole. Nella maggiore si ammira il pulpito alle spalle del quale è situata una statua di San Vito, protettore di Polignano.

La volta del tempio nelle due piccole navate è di pietra, mentre in quella maggiore
è di tavole dipinte con nel mezzo il quadro dell'Assunta, opera del 1720 di Luca Alvese. Nella piccola navata si trova il fonte battesimale con piramide in marmo di vari colori costruito nel 1776.

Nella chiesa sono presenti alcune opere importanti dello scultore Stefano Pugliese, nativo di Putignano tra cui la statua della Madonna in marmo, dichiarata monumento nazionale, la Passione e nella navata laterale il pregevolissimo Presepe.

Lateralmente è posta la porta piccola che ha l'uscita nella strada S. Benedetto. Alle descritte tre navate segue un'altra porzione della chiesa che forma la crociera il cui soffitto accoglie tre quadri rappresentanti S. Vito, S. Modesto e S. Crescenza. Nella navata a destra vi è una scala in marmo che porta al cappellone di S. Vito.

Circa la fondazione della Chiesa Matrice non si hanno date certe; si sa comunque che la prima cattedra vescovile della nostra chiesa, già esistente, risale al V secolo.

Servizio fotografico a cura dello Studio Frasca Fotografia & altro.
2010-2017 © Copyright APROweb. Tutti i diritti riservati. XHTML e CSS validati.